Caratteristiche tecniche principali

Aer Macchi MB-339A/PAN

 

Impianto propulsivo:

1 turbogetto Rolls Royce/FIAT/Piaggio/R.R.

"Viper" 632-43 da 1815 Kg di spinta

 

Dimensioni:

Apertura alare ml. 10.25

Lunghezza ml. 10.97

Altezza ml. 3.58

Superficie alare mq. 19.30

 

Pesi:

A vuoto Kg. 3.15

Al decollo Kg. 4.315, max Kg. 5.900.

 

Prestazioni:

Velocità max 928 Km/h

Velocità di stallo 167 Km/h

Salita a 30.000 piedi in 7'15" Tangenza operativa ml 14.630

Autonomia max 1140 NM

Fattore di carico limite +8g, -4g

 

​​​​È il velivolo d’addestramento e attacco leggero in dotazione al 61° Stormo di Galatina (Lecce) con il quale gli allievi piloti dell’Aeronautica Militare conseguono il brevetto di pilota militare. Quest’ultimo può essere conseguito anche  presso le scuole di volo NATO di Sheppard, negli Stati Uniti. Impiegato prevalentemente per l’addestramento e il collegamento, l’MB.339A (nomenclatura aeronautica T-339A) può essere utilizzato anche per missioni di supporto aereo ravvicinato e si è dimostrato molto valido per l’attività dimostrativa delle “Frecce Tricolori” che ne impiegano la variante PAN, provvista di impianto fumogeno. Per estenderne la vita operativa, la flotta MB.339A/PAN è stata recentemente sottoposta a un programma MLU (Mid-Life Update), riguardante soprattutto le apparecchiature radio e di navigazione con l’installazione del “GPS”. Successore dell’MB.326, ne conserva il turboreattore ​Viper, ma è caratterizzato dal seggiolino posteriore rialzato che è essenziale per fornire all’istruttore una buona visibilità anteriore specialmente durante le esercitazioni armate. I duecentotrenta MB.339 costruiti, nelle diverse versioni, hanno accumulato nelle nove nazioni in cui sono in servizio, più di 600.000 ore di volo, a testimonianza degli alti livelli di performance del velivolo.

Fonte : Sito Aeronautica Militare